Giuseppe Nigretti [Poeta, Fotógrafo, Pintor... Italiano]



Giuseppe Nigretti è nato a Trani - Italia, ha compiuto studi artistici presso le Accademie di Belle Arti di Bari, Roma e Venezia, dal 1974 vive e lavora a Padova, dove insegna Storia dell'Arte nella Scuola Secondaria Superiore. Ha partecipato dal 1969 a numerose collettive in Italia e all'estero, numerose anche le sue mostre personali e i suoi interventi poetici in manifestazioni pubbliche e private.

Attento alle ricerche espressive contemporanee, nelle opere di Nigretti "l'oggetto si fa soggetto" e la "ricerca-sguardo sugli oggetti si fa ricerca sguardo su se stessi". Utilizza diversi media artistici: pittura, photo-graphia, video, performance, installazioni, poesia.


Giuseppe Nigretti - Poesia


La poesia è il sangue della parola che sgorga dal taglio della voce”  G. Nigretti

Il polittico poetico di Nigretti “Amare Derive” 1994/2012 è la deriva che attraversa la vita-ombra, il naufragio-verità e la morte-luce. Conflitti che trapassano l’anima facendo emergere nel labirinto della parola il segno-sogno della speranza e la voce della vertigine nel foglio-figlio contro il non senso del vivere-morire. Nello specchio spezzato l’ombra lunga diventa confine, dove l’urlo silenzioso delle sirene riaccende ancora la deriva dolente della voce.
Tutta la raccolta è composta dai percorsi: Derive amate, Derive d'amore, Derive amare, Derive eretiche, Derive di notte, Derive quiete, Derive straniere ed il recente Derive d'inverno.

Dal 1994 ha partecipato a numerose manifestazioni poetiche in particolare: 2011 "Padova, un Fiume di Poesia" la poesia performativa dal 1988 al 2010, Centro Culturale Altinate/San Gaetano, Padova; "IX Premio Nazionale di Letteratura e Teatro N. Martucci", Valenzano - finalista; 2008 "La Muraglia e il Deserto" IV Portello River Festival Internazionale, Padova; 2007 "Ponte de le tete" Carnevale poetico veneziano, San Giacomo de l'Orio, Venezia; ha partecipato a diverse "Giornate Mondiali della Poesia": 2008 "World Poetry Day" Palazzo Ducale, Venezia; "La Terra" Teatro Ruzzante, Padova; 2007 "Il Viaggio" Palazzo Moroni, Padova; 2005 "Voci Glocali Ritmi Globali" Sala dei Giganti, Padova; 2004 "Voci della Città" Piazza delle Erbe, Padova; "Giornata Mondiale della Poesia" Spazio Biosfera Padova; 2003 "1^ Carovana di Poesia e Musica" Piazzetta Pedrocchi, Padova. Nel 2003 ha ricevuto la "Menzione d'Onore" per la Poesia del "Premio Letterario Osservatorio", Bari . Dal 1995 partecipa alle iniziative del P.I.P. Pronto Intervento Poetico di Padova.

Pubblicazioni: “Padova, un Fiume di Poesia" la poesia performativa dal 1988 al 2010, Comune di Padova; "Il Federiciano", Aletti Editore 2011; "Sotto l'albero delle mele", Aletti Editore 2011; "Verrà il mattino e avrà un tuo verso", Aletti Editore 2011; "Dedicato a... Poesie per ricordare", Aletti Editore 2009; Antologia, Giornata Mondiale della Poesia, Comune di Padova, 2009; Comunicare il Mondo brindisi per l'ONU, Comune di Padova, 2004; Il Club degli Autori, poesie 2003-2004

Nel 1996 è stato inserito nel dizionario bio-bibliografico "La cultura del 900 a Trani" ed. Schena. Nel 1994 è stato inserito nell'"Archivio Storico di Consultazione dell'Arte Moderna e Contemporanea" del Museo delle Arti di Palazzo Bandera - Busto Arsizio. Dal 1981 è inserito nel "Kunsthistorisches Institut - Archivio per l'Arte Italiana del Novecento" di Firenze. Numerosi critici d'arte hanno scritto in merito alle opere di Nigretti su giornali, riviste e cataloghi d'arte.


Algumas Poesias de Giuseppe Nigretti

Poesie da Derive di notte

VERSO LA NOTTE


Sì lo so
è stato facile
da settembre fuggire
linde stanze natie
oliando rotaie
più lesto de la sua morte

Sì lo so
è stato facile
da luglio fuggire
aneliti d’oliato niente
forando vento
più scinto de la tua corte

Orizzonti scorro
dolente mente
l'infinito sbatte
il cielo scrive
grigio tramonta
la perniciosa notte

Fredda abbaia
svuota la nebbia
bianca trafitta
strascica l’occhio
di sterco vecchio
s’evacua la scritta

Cadono ombre
da le nostre gole
verso la notte
dedali sfondo
crollando è volare
nel vuoto sillabare




SALIVA DI NOTTE


scura di luna
saliva foriera
da nera chimera
saliva di sera
de drio al Santo
saliva de rana
un falso canto
saliva di baci
sfiorava le dita
saliva di notte
su i seni profani
saliva a gli occhi
correva le gote
saliva a gocce
dal monte al mare
saliva di morte
a suole chiodate
su le sacre rose
su le pie margherite
saliva scendeva
su le scolpite ferite
saliva fradicia saliva


DI MEZZA NOTTE


Rimbomba
lontani colori
da rumori la notte
pare tuoni
son suoni fuochi

grillano l’aria
di fiera gioia
s’apre d’arpia
un fuoco fatuo
s’affretta di stelle

trucca le stalle
spezza i pozzi
dimezza la notte
s’abbatte la luna
d’ossa un sacco

spacco tremendo
vomito versi
l’occhio bendo
s’apre un canto
aspro sgronda

sciolto di vino
varco il divino
dèmoni affronto
di fronte e volto
tagli ingoio

ali rasoio
s’invera il vero
in falla d’ancella
si scrolla falena
impudica sfarina

musica setaccio
di donna un pezzo
suona infinito
sfascia l’anima
la notte un vagito

 

I FUOCHI INSEGUIVAMO


I fuochi inseguivamo
da mar levante riflessi
ne la notte furente
palpitavan stelle
su gli antichi sedili
d’arabeschi s’apriva
a bagliori gioiva

I fuochi inseguivamo
fra vedute d’arido agro
ne la notte brumita
sgrondavan ceneri
su l’ammassata piazza
cade un dolore di vita

 

 

FLUTTUA DI NOTTE


Fitto desta
di bimbo un pianto
il ramo sfonda
denso m’affretta
ne la calle mura
a sciami straniere
a pelle sfiorano
di vetro un dolore
nel petto scheggia

passi e versi calco
sul Rio Alto verde brilla
d’occhi un riflesso
a sorriso m’addenta
ne i falsi cristalli
sciamano straniere
labili gondole
d’antica gioia soffiano
volti e diafane genti

i sensi piombo straniero
nel salso dedalo vagano
senz’ali notturni piccioni
squamano l’umida piazza
verde d’antico sospiro
un’icona lieve fluttua
su la salmastra laguna
maschere cieche brillano
fra le mute ombre lunari

salgo e pesto il verso
su ponti d’avorio
ninfe d’acque pigiano
lievita l’eburneo corpo
nudo m’affonda ne la marea
salente il carme m’invoca
a la rotaia filante m’impelle
al vagone sfuggente m’incalza

ne la notte sillabante m’addorme


NOTTE FIORENTE


Ne l’oro di un raggio
sconfina la chioma solare
viola d’avori sorride a l’aria
nei vetri s’accende la riviera
d’estiva gioia l’orizzonte tramonta e s’esilia

furente l’Egeo c’involò su marea
d’indaco sale a invernale giglio
con nostra gemma a vertigine andammo
sul nicchio d’amore in pioggia d’incanto

in carne fluiva vermiglio zefiro
di miele ci rimirò a fragore
l’Arno ne l’ore d’astro
con fioco di luna ci lambiva
la notte fiorente a faville fuggiva


IN SORRISO DI GIGLIO


Latteo astro d’alabastro
ti vide sibilla d’inquieto pelago
leggera come bianca scogliera
distesa aspettavi naufrago
a levigato ventre come ovale
ciottolo lambito da l’onde recava
salso nettare in volo d’ali
già ombra presaga ci sfiorava

leggera dal Chiostro de’ Pazzi
l’antica vera t’indugiava
ferma luce in sorriso
di giglio notte e stelle
aureo nugolo t’involai
come di piume un volo
in un soffio le cedesti
a palude d’ombre giacenti

giunse marmoreo novembre
a scolpir stagione di rughe
e schegge a dimentico sogno
voce portammo nel biancastro tempo
come gocce a declivio di gote
s’annulla di vita l’agra sorte
cadendo rigolo l’orme strugge
versi la notte sfoglio verso spoglia morte


Giuseppe Nigretti – Photo-graphia


Nel 1994 vince a New York, per la pittura, il Secondo Premio Internazionale del "Kostaby World Painting", nel 1977 a Padova vince, nell'ambito della "XI Mostra Nazionale di Fotografia", il Primo Premio Nazionale per la Fotografia Sperimentale, nel 1973 sempre a Padova vince il Primo Premio del Fotoclub "Steichen".

Nel 2011 ha partecipato all’esposizione "Indignados como Pancho Villa", explanada exterior del Museo de Bellas Artes de la Ciudad de México. Nel 2010 è stato invitato all'esposizione "Del apocalipsis a la re-creación", VI Muestra Internacional de Gráfica en Pequeño Formato - Puebla, Pue, Messico. Nel 2006 è stato invitato alle esposizioni "Amoneyfesta", Cipro; Turchia; "Alternative Art" Museo nazionale, Accra, Ghana. Nel 2004 è stato invitato all'esposizione "The Artcard" del Sharjah Art Museum, United Arab Emirates, sempre nel 2004 è stato invitato alla "Draw Drawing - London Biennale 2004". Nel 2002 una sua opera è stata inserita nella "Colección Borges" del Centro de Arte Moderno di Buenos Aires, inoltre, nel 2002 è stato invitato alla VII Bienal de Pintura "Identidad y Globalización", Cuenca, Ecuador.

Ha prodotto i video: "Diario Di-aria" 1994-2009; "Stratificazioni" 1981-2009; "Affichage Interdit" 1995-2009; "Imago Mundi" 2005.
Ha realizzato le performance: "Tra-Mare con Grazia" 1994, Cadoneghe; "Riflessi di Stella" 1994 con la partecipazione dell'attrice Carla Stella in occasione della rassegna "Videopoesie e Videopoemi", Otttomat, Alte-Montecchio; "Il Giardiniere trasparente" 1981, Padova; "Lettere da-mare, Lettere d'amore" 1981, Trani; "Diario di-aria" 1981/82, spiagge del Nord e del Sud Italia; "Color-Azione" 1980, Padova. Ha effettuato le installazioni: "Diario Di-aria" 1994, Cadoneghe e Alte-Montecchio; "Incursioni della Voce" 1981, Liceo Curiel Padova.

Nel 1996 è stato inserito nel dizionario bio-bibliografico "La cultura del 900 a Trani" ed. Schena. Nel 1994 è stato inserito nell'"Archivio Storico di Consultazione dell'Arte Moderna e Contemporanea" del Museo delle Arti di Palazzo Bandera - Busto Arsizio. Dal 1981 è inserito nel "Kunsthistorisches Institut - Archivio per l'Arte Italiana del Novecento" di Firenze. Numerosi critici d'arte hanno scritto in merito alle opere di Nigretti su giornali, riviste e cataloghi d'arte.


Alguns trabalhos fotográficos de Giuseppe Nigretti

* Dalla serie Stratificazioni:


















* Dalla serie affichage interdit:




 













 Giuseppe Nigretti
Todos os direitos autorais de textos e imagens, são reservados ao autor.

0 comentários: